Progetto fotovoltaico

Terna, al fine di utilizzare e salvaguardare al meglio le proprie risorse e massimizzare la redditività dei propri asset, ha designato la società controllata InTernational S.p.A., ridenominata “Sungrid S.p.A.” in data 7 luglio 2009 e “SunTergrid S.p.A.” in data 22 ottobre 2009, a intraprendere un’attività di costruzione e gestione di impianti di generazione fotovoltaica di piccola taglia (per una potenza complessiva di circa 100 MWp e capex superiori a 300 milioni di euro entro il 2010), nelle aree delle stazioni elettriche di proprietà Terna, attualmente libere da impianti e non utilizzate. Sono state avviate le necessarie richieste delle autorizzazioni e delle connessioni mentre il primo bando di gara europea pubblicato per il contratto di EPC si è chiuso con l’assegnazione nel mese di gennaio 2010. Nel mese di dicembre è entrato in funzione il primo impianto fotovoltaico nella provincia di Ragusa. La struttura societaria prescelta soddisfa sia i requisiti di separazione funzionale e contabile dalla Controllante, sia la garanzia di compatibilità con lo Statuto e la concessione di Terna S.p.A., nonché con quanto stabilito dal D.Lgs. 79/99 (c.d. “Decreto Bersani”).
Allo scopo di rendere disponibili alla controllata SunTergrid le risorse finanziarie per lo sviluppo del nuovo business, in data 22 ottobre 2009, Terna ha effettuato, in attuazione di quanto deliberato dal CdA del 28 luglio 2009, un versamento di euro 10,0 milioni in favore della società a titolo Riserva versamento soci in conto capitale. Inoltre in data 23 dicembre 2009, SunTergrid, nell’ambito di un processo di riorganizzazione interna e al fine di ottimizzare le risorse e le potenzialità per la nuova attività di produzione da fonte fotovoltaica, ha costituito la nuova società Rete Rinnovabile S.r.l., in breve anche “RTR S.r.l.”, con capitale sociale pari a euro 50.000,00, che è stata identificata come il veicolo in cui confluiranno tutti i progetti che si ritiene verosimile diverranno operativi entro il 2010. Oggetto sociale sono le attività di progettazione, realizzazione, gestione, sviluppo e manutenzione di reti e altre infrastrutture nei settori della trasmissione e   dispacciamento dell’energia elettrica, nonché di impianti di produzione di energia elettrica, anche da fonti rinnovabili, da destinare all’autoconsumo o alla vendita, in Italia e all’estero, e le correlate attività di ricerca, consulenza e assistenza.