Il 2009 in sintesi

I valori di seguito commentati derivano dai prospetti riclassificati inclusi nel paragrafo “Gestione economico-finanziaria del Gruppo” della presente Relazione sulla gestione ricondotti ai prospetti contabili consolidati così come risulta dalle note poste in calce agli stessi prospetti riclassificati.

Come più ampiamente commentato di seguito, l’esercizio 2009 si caratterizza, tra l’altro, per l’acquisizione della società di trasmissione AT da Enel Distribuzione (TELAT) e per la cessione della partecipazione azionaria detenuta in Participações S.A. illustrata nel paragrafo “Fatti di rilievo dell’esercizio”, cui si rinvia.
A seguito di tale evento, nell’ambito del Conto economico i saldi 2009 relativi all’operazione di cessione delle società brasiliane sono stati riclassificati nella voce “Utile netto dell’esercizio delle attività operative cessate e destinate alla vendita” in applicazione di quanto disposto dall’“IFRS 5 - Attività non correnti possedute per la vendita e attività operative cessate”.
Ai fini comparativi sono stati, altresì, riclassificati in tale voce i saldi 2008 delle stesse società brasiliane.

Il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2009 chiude con un utile netto di 771,0 milioni di euro, interamente di competenza del Gruppo, attribuibile per euro 354,0 milioni al risultato delle attività continuative e per euro 417,0 milioni al risultato delle attività operative cessate, quest’ultimo derivante dalla suddetta operazione di cessione, perfezionatasi nell’esercizio, della partecipazione in Terna Participações. Rileva un incremento dell’utile complessivo di euro 443,5 milioni (+135,4%) rispetto all’utile di pertinenza del Gruppo nell’esercizio precedente pari a euro 327,5 milioni.

2009 in sintesi

I ricavi ammontano a circa 1.360,7 milioni di euro, di cui 1.185,6 milioni di euro imputabili al corrispettivo dell’utilizzo della Rete, e rilevano un incremento di euro 164,9 milioni rispetto al 2008. In particolare, il corrispettivo di trasmissione si riferisce alla Capogruppo per circa euro 1.087,9 milioni e alla controllata TELAT per circa 97,7 milioni di euro relativi agli ultimi nove mesi dell’esercizio.

 

Ricavi 2009

I costi operativi ammontano a circa euro 357,5 milioni di cui euro 181,6 milioni relativi al personale ed euro 128,0 milioni ai servizi. L’EBITDA (margine operativo lordo) si attesta a 1.003,2 milioni di euro, pari al 73,7% dei ricavi, con un incremento di 152,8 milioni di euro rispetto agli 850,4 milioni di euro dell’esercizio precedente (+18,0%). La controllata TELAT contribuisce per 95,3 milioni di euro.

EBITDA MARGIN

EBITDA_MARGIN

L’EBIT (risultato operativo) si attesta a euro 694,4 milioni, dopo aver scontato ammortamenti per euro 308,8 milioni, di cui 279,4 milioni della Capogruppo ed euro 29,4 milioni della controllata TELAT.
La gestione finanziaria presenta un saldo negativo pari a euro 148,3 milioni interamente attribuibili alla Capogruppo.
Le imposte sul reddito a carico dell’esercizio sono pari a 192,1 milioni di euro, dei quali 179,5 milioni di euro per la Capogruppo, con un’incidenza sul risultato ante imposte pari al 35,2%.

L’utile netto delle attività continuative si attesta a 354,0 milioni di euro, attribuibile per euro 300,8 milioni alla Capogruppo.

L’utile netto delle attività operative cessate si attesta a euro 417,0 milioni ed è relativo agli effetti economici dell’operazione di cessione delle controllate brasiliane, meglio descritta in seguito.

La situazione patrimoniale-finanziaria gestionale evidenzia immobilizzazioni nette pari a euro 7.468,5 milioni e un capitale investito netto complessivo pari a euro 6.259,7 milioni, coperto dal patrimonio netto di Gruppo per euro 2.501,5 milioni e dall’indebitamento finanziario netto per euro 3.758,2 milioni.

EBIT_2009

Il rapporto debt/equity, alla fine dell’esercizio 2009, si attesta pertanto a 1,50 rispetto a 1,42 del 31 dicembre 2008, che, coerentemente, non considera la posizione finanziaria (debito) del Brasile.

Gli investimenti complessivi effettuati dal Gruppo nell’esercizio sono pari a 900,4 milioni di euro (di cui oltre 560 milioni relativi a interventi di sviluppo), in crescita del 17,7% rispetto ai 764,9 milioni di euro, con riferimento alle attività continuative, dell’esercizio 2008.