Sintesi delle delibere AEEG

Delibera ARG/elt 52/09

Con tale provvedimento l'Autorità ha modificato e integrato la delibera n. 111/06, al fine di recepire le disposizioni in merito alla regolazione degli impianti essenziali di cui all’art. 3, comma 11, della legge n. 2 del 28 gennaio 2009.
In particolare, il provvedimento definisce:

  • i criteri sulla base dei quali Terna individua gli impianti o i raggruppamenti di “impianti essenziali” nella disponibilità di un medesimo soggetto che, pertanto, risulta sottoposto alla disciplina degli stessi “impianti essenziali”;
  • le condizioni per la presentazione delle offerte nei mercati da parte dei soggetti che hanno la disponibilità degli impianti individuati come essenziali;
  • dei meccanismi puntuali, nell’ambito della regolazione delle unità essenziali, volti ad assicurare la minimizzazione dei costi per il sistema e un’equa remunerazione dei produttori.

Con riferimento alle regole per il dispacciamento, Terna è tenuta a recepire nel Codice di Rete le disposizioni del provvedimento riguardo la regolazione degli impianti essenziali, secondo le modalità definite all’art. 6 della delibera n. 111/06.

Delibera ARG/elt 74/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha definito disposizioni urgenti per la determinazione delle partite economiche relative al servizio di aggregazione delle misure ai fini del dispacciamento, con validità a partire dal corrispettivo di aggregazione delle misure relativo al mese di luglio 2009.
In particolare, l’Autorità ha previsto:

  • la proroga a tutto il 2010 dell’avvalimento da parte di Terna dell’opera delle imprese distributrici per il servizio di aggregazione delle misure nelle more della conclusione del procedimento per l’individuazione delle modalità di scelta dei soggetti diversi dalle imprese distributrici;
  • la modifica dei corrispettivi riconosciuti a Terna e alle imprese distributrici a titolo di remunerazione di acconto per il servizio di aggregazione delle misure, per tenere conto delle economie di scala associate all’incremento del numero dei punti orari e del numero dei punti di immissione corrispondenti a unità di produzione non rilevanti;
  • la definizione di un corrispettivo di aggregazione delle misure differenziato per i punti di immissione corrispondenti a unità 74/08, per riflettere la diversa modalità di espletamento del servizio di aggregazione per tali tipologie di punti da parte di Terna.

L’Autorità ha poi rinviato a un successivo provvedimento l’introduzione di parametri di qualità nell’espletamento del servizio di aggregazione cui legare il corrispettivo e/o l’applicazione di indennizzi per gli utenti del dispacciamento.

Delibera ARG/elt 84/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha modificato, a decorrere dal 1° gennaio 2010, le disposizioni della deliberazione n. 111/06 per definire nuove modalità di determinazione dello sbilanciamento aggregato zonale. La metodologia proposta dalla delibera prevede che lo sbilanciamento zonale venga calcolato facendo riferimento solamente alle azioni compiute da Terna nel Mercato per il Servizio di Dispacciamento per bilanciare immissioni e prelievi di energia elettrica in una macrozona. Il suddetto meccanismo supera le criticità dell'attuale sistema rendendo i prezzi non soggetti a modifica per eventuali rettifiche di dati di misura e consentendo la determinazione dei prezzi di sbilanciamento effettivo in termini vicini al tempo reale.

Delibera ARG/elt 89/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha dettato disposizioni in merito all’erogazione del pubblico servizio di dispacciamento dell’energia elettrica nell’ambito di reti non interconnesse con la Rete di Trasmissione Nazionale (le reti delle isole minori) anche al fine di dare applicazione ai servizi di vendita dell’energia elettrica senza discriminare tra clienti finali allacciati a reti con obbligo di connessione di terzi situate in aree interconnesse con la Rete di Trasmissione Nazionale e clienti finali in aree non interconnesse a quest’ultima. Le disposizioni entreranno in vigore dal 1° gennaio 2010.

Delibera ARG/elt 90/09

Con tale provvedimento l’Autorità, in accoglimento delle segnalazioni formulate da alcune società di produzione, ha previsto che le unità di produzione CIP 6 e/o le unità con produzione combinata di energia elettrica e calore non abilitate alla fornitura di risorse per il dispacciamento dell’energia elettrica, per le quali Terna ha definito vincoli di produzione imposta ai fini della sicurezza di funzionamento del sistema elettrico nazionale, possano escludere, ai fini dell’applicazione delle deliberazioni n. 27/99, n. 42/02 e n. 188/06, il periodo cui sono riferiti i vincoli di produzione imposta ai fini della sicurezza di funzionamento del sistema elettrico nazionale, in quanto tali vincoli sono indipendenti dalla volontà del produttore.
Per quanto riguarda Terna, è previsto l’invio, entro il 31 gennaio di ciascun anno, al produttore, all’utente del dispacciamento, al Gestore dei Servizi Elettrici e all’Autorità, di un registro dei vincoli di produzione imposta per ciascuna unità di produzione interessata.

Delibera ARG/elt 91/09

Con tale provvedimento l’Autorità definisce una “sanatoria” per la remunerazione dell’energia elettrica immessa in rete da produttori aventi diritto ad accedere al regime di ritiro dedicato ai sensi delle delibere n. 34/05 e n. 280/07 che non hanno finalizzato a suo tempo l’istanza per l’accesso e hanno operato in assenza di un contratto per il servizio di dispacciamento in immissione.
Con riferimento agli impianti soggetti al ritiro dedicato ai sensi della delibera n. 34/05, Terna riconosce al produttore, previa verifica dei dati presentati dallo stesso con apposita istanza, un corrispettivo valorizzato al prezzo di cessione di cui all’art. 4 della delibera n. 34/05. Gli oneri derivanti sono posti da Terna a carico del corrispettivo per l’approvvigionamento delle risorse nel Mercato per il Servizio di Dispacciamento (uplift).

Delibera ARG/elt 104/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha dettato disposizioni urgenti in materia di rettifica dei CRPU per il mese di giugno 2009 e relativo conguaglio, al fine di minimizzare l’esposizione finanziaria cui sarebbero stati soggetti gli utenti del dispacciamento a seguito dell’applicazione dei CRPU erroneamente determinati. Con tale delibera, in particolare, l’Autorità ha approvato la procedura straordinaria all’uopo proposta da Terna, prevedendone un’unica applicazione contestualmente alla regolazione dei corrispettivi di dispacciamento relativa al mese di giugno 2009.

Delibera ARG/elt 107/09

Con tale provvedimento è stato approvato il Testo Integrato delle disposizioni dell’Autorità in ordine alla regolazione delle partite fisiche ed economiche del servizio di dispacciamento (settlement) (TIS) che:

  • riunisce in un unico testo integrato tutte le disposizioni inerenti alle attività mensili di aggregazione di misure, attribuzione a ciascun utente del dispacciamento interessato dell’energia prelevata da punti di prelievo non trattati su base oraria e regolazione dei corrispettivi di dispacciamento;
  • disciplina le modalità di trattamento dei dati rilevanti ai fini del dispacciamento qualora le imprese distributrici di riferimento non ottemperino agli obblighi informativi posti loro in capo in ordine all’aggregazione delle misure.
    L’applicazione delle suddette modalità è prevista a partire da gennaio 2010;
  • integra il contenuto e pertanto abroga a decorrere dal 1° agosto 2009 la deliberazione n. 278/07 - TILP e la deliberazione ARG/elt 29/08 relative, rispettivamente, alla determinazione convenzionale per fasce orarie dell’energia prelevata dai punti di prelievo non trattati orari e alla determinazione convenzionale dei profili di prelievo dell’energia elettrica corrispondenti a utenze di illuminazione pubblica non trattate su base oraria. Le relative disposizioni continuano a essere applicate per quanto necessario e limitatamente alla definizione delle partite di competenza del periodo anteriore al 1° agosto 2009;
  • modifica la deliberazione n. 111/06, limitandone le disposizioni agli aspetti relativi all’approvvigionamento delle risorse per il servizio di dispacciamento e alla definizione delle condizioni per l’erogazione del servizio di dispacciamento per quanto riguarda le attività di registrazione di acquisti e vendite di energia e dei corrispondenti programmi di immissione e prelievo ai fini del dispacciamento nonché la definizione dei corrispettivi di dispacciamento unitari. Viene pertanto soppresso il titolo 3 relativo all’attività di aggregazione misure in quanto integrato nel TIS;
  • prevede che, con decorrenza 1° agosto 2009, le disposizioni di cui alla deliberazione ARG/elt 178/08, inerente al trattamento delle immissioni ai fini del dispacciamento, si applichino per quanto compatibili con le disposizioni di cui al TIS.

Delibera ARG/elt 130/09

Con tale provvedimento l’Autorità modifica e integra la deliberazione ARG/elt 99/08 (TICA), in merito alle modalità e condizioni per le comunicazioni di mancato avvio dei lavori di realizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica.
In particolare, la delibera al fine di razionalizzare i flussi informativi relativi alla comunicazione dei ritardi nella realizzazione dell’impianto di produzione:

  • elimina la previsione di trasmissione delle comunicazioni nei confronti dell’Autorità;
  • estende il periodo di aggiornamento dello stato di avanzamento dell’iter di connessione da 60 a 120 giorni;
  • stabilisce che l’Autorità acquisisca periodicamente dai gestori di rete informazioni relative allo stato di avanzamento degli iter di connessione.

Delibera ARG/elt 140/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha modificato la delibera n. 111/06, prevedendo un differimento dei termini previsti da tale delibera con riferimento alle disposizioni in merito alla regolazione degli impianti essenziali di cui all’art. 3, comma 11, della legge n. 2 del 28 gennaio 2009. Ciò in accoglimento della proposta di Terna, che aveva evidenziato l’esigenza di prorogare, per l’anno in corso, al 15 ottobre il termine previsto all’art. 63, comma 63.4, dell’Allegato A della deliberazione n. 111/06, al fine di sottoporre alla consultazione una versione integrata della proposta di modifica del Codice di rete, così da rendere evidenti le modalità di applicazione delle disposizioni di cui alla deliberazione ARG/elt n. 52/09 con riferimento agli impianti di produzione e pompaggio.

Delibera ARG/elt 148/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha modificato, con effetti nell’anno 2009, il titolo 4 dell’Allegato A alla deliberazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas 27 marzo 2004, n. 48/04, recante disposizioni in materia di adeguatezza della capacità produttiva del sistema elettrico nazionale. La delibera, nel confermare il meccanismo transitorio in essere, definisce il corrispettivo per la remunerazione della disponibilità di capacità produttiva per il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2009 e antecedente comunque all’entrata in funzione del regime di remunerazione di cui all’art. 1 del D.Lgs. n. 379/03.

Delibera ARG/elt 154/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha fornito direttive a Terna in merito alla destinazione del saldo economico fra proventi e oneri derivanti dalla liquidazione delle partite economiche insorgenti da rettifiche di settlement per l’anno 2008. In particolare tale saldo è stato destinato alla riduzione degli oneri riconosciuti con le deliberazioni 283/05, 305/06, 98/07, 128/07 e 257/07 vale a dire degli oneri derivanti alla società dall’adesione ai meccanismi di compensazione dei costi correlati ai transiti su reti estere derivanti dagli scambi transfrontalieri di energia elettrica (Accordo Inter TSOs compensation - ITC).

Delibera ARG/elt 162/09 e delibera ARG/elt 183/09

Con tali provvedimenti l’Autorità è intervenuta in materia di impianti essenziali per la sicurezza del sistema elettrico in attuazione della delibera ARG/elt 52/09. In particolare l’Autorità ha:

  • definito i parametri di riferimento (quantità e prezzi) da inserire nei contratti che i soggetti, titolari di impianti essenziali, intendono sottoscrivere con Terna al fine di assolvere, in tal modo, agli obblighi di offerta derivanti dalla titolarità di impianti essenziali;
  • approvato le proposte contrattuali di Terna di cui all’art. 65 bis, comma 65 bis 5 dell’Allegato A alla deliberazione n. 111/06 verificandone la coerenza con quanto disposto nella deliberazione ARG/elt n. 162/09 nonché con i princípi e le finalità dell’art. 65 bis dell’Allegato A alla deliberazione n. 111/06.

Delibera ARG/elt 179/09 e delibera ARG/elt 195/09

In materia di “interconnector” di cui all’art. 32 della legge 23 luglio 2009, n. 99, l’Autorità, con la delibera ARG/elt 179/09, ha definito, le misure transitorie e i relativi corrispettivi volti a consentire, a partire dalla conclusione del contratto di mandato per la programmazione e progettazione degli interconnector e fino alla loro messa in servizio e comunque per un periodo non superiore ai sei anni, l’esecuzione degli eventuali contratti di approvvigionamento all’estero di energia elettrica per la fornitura ai punti di prelievo dei clienti finali selezionati da Terna. Tali misure transitorie prevedono l’introduzione di un servizio di importazione virtuale svolto da uno o più soggetti “shipper” individuati annualmente da Terna attraverso delle aste.

Delibera ARG/elt 181/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha positivamente verificato le proposte di modifica dei capitoli 3, 4 e 7 del Codice di trasmissione, dispacciamento sviluppo e sicurezza della rete e dei relativi allegati A.22, A.23, A.26, A.31 e A.60 predisposte da Terna – e preventivamente sottoposte alla consultazione degli operatori interessati e del Comitato di Consultazione di cui al DPCM 11 maggio 2004 – in attuazione di quanto disposto dalla legge 2/09, dal decreto 29 aprile 2009, dalla deliberazione ARG/elt 52/09 e dalla deliberazione ARG/elt 107/09. Tali documenti che recepiscono le indicazioni dei citati provvedimenti in materia di riforma del Mercato per il Servizio di Dispacciamento e di impianti essenziali per la sicurezza sono entrati in vigore dal 1° gennaio 2010.

Delibera VIS 168/09 e delibera VIS 171/09

Con tali provvedimenti l’Autorità ha chiuso l’istruttoria conoscitiva avviata con la delibera n. 177/07, in merito alle anomalie riscontrate nella determinazione delle partite di energia elettrica prelevata dalla Rete di Trasmissione Nazionale e non correttamente attribuita agli utenti del dispacciamento e ha avviato istruttorie formali nei confronti di Terna e di alcune società di distribuzione di energia elettrica per accertare la violazione delle disposizioni dell’Autorità in materia di erogazione dei servizi di trasmissione, dispacciamento e misura dell’energia elettrica e irrogare le relative sanzioni amministrative pecuniarie ai sensi dell’art. 2, comma 20, lettera c), della legge n. 481/95.

Delibera ARG/elt 194/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha approvato le Access rules to France-Italy, Swizterland-Italy, Austria-Italy, Slovenia-Italy, Greece-Italy interconnections per l’anno 2010 (c.d. Auction Rules) e lo schema di regolamento che disciplina le modalità applicative per la gestione delle congestioni sulla rete di interconnessione per l’anno 2010 (c.d. Italian congestion management) predisposte da Terna.

Delibera ARG/elt 201/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha dettato disposizioni in merito alle procedure per l'approvvigionamento a termine da parte di Terna delle risorse interrompibili per il 2010 ai sensi degli articoli 30, comma 18, e 32, commi 8 e 9, della legge n. 99 del 23 luglio 2009. La delibera in particolare disciplina:

  • il rilascio, a partire dal mese di marzo 2010, delle quote di interrompibilità ai sensi dell’art. 32, comma 8 della legge 99/09;
  • la risoluzione volontaria, vale a dire la possibilità che i soggetti titolari di quote di interrompibilità possano risolvere a partire da marzo 2010 il contratto attualmente in essere con Terna e valido fino al 31 dicembre 2010 con conseguente riduzione dei corrispettivi. Tale previsione discende dalla legge 99/09 che mantiene fermi i contratti in capo agli attuali beneficiari fino a febbraio 2010;
  • le modalità di assegnazione da parte di Terna della capacità interrompibile. Le assegnazioni dovranno essere effettuate attraverso gare al ribasso a partire dai valori della delibera 289/06 fatta eccezione per quelle corrispondenti a rilasci temporanei per le quali si utilizzeranno le procedure previgenti.

Delibera ARG/elt 203/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha aggiornato per l’anno 2010 le tariffe per l’erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica. In particolare sono state aggiornate le componenti per il servizio di trasmissione CTR e CTR* (rispettivamente 0,388 c€/KWh e 0,051 c€/KWh) anche al fine di tenere conto della soppressione del corrispettivo di trasmissione a carico dei produttori in conseguenza di quanto previsto all’art. 33, comma 5 della legge 99/09.

Delibera ARG/elt 204/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha aggiornato taluni corrispettivi di dispacciamento per l’anno 2010 ivi compreso il corrispettivo a copertura dei costi riconosciuti per il funzionamento di Terna (DIS) fissandolo in misura pari a 0,0164 c€/kWh e confermando, anche per tale componente, l’adozione del meccanismo facoltativo di garanzia sul livello del ricavo riconosciuto al servizio di trasmissione con la delibera ARG/elt 188/08.

Delibera ARG/elt 213/09

Con tale provvedimento, l’Autorità ha modificato la delibera n. 351/07, per la definizione di meccanismi di remunerazione incentivante di Terna S.p.A. nell’approvvigionamento delle risorse per il servizio di dispacciamento dell’energia elettrica utilizzando come variabile per misurare la prestazione di Terna l’entità delle risorse dalla stessa approvvigionate nel MSD.
La delibera introduce uno schema di incentivazione pluriennale (anni 2010-2012) senza la definizione di tetti all’incentivo complessivo riconoscibile. La delibera conferma, inoltre, le principali condizioni, già in essere per l’anno 2009, che Terna deve rispettare per avere accesso al premio e cioè il mantenimento degli standard di sicurezza, l’efficacia dell’azione di monitoraggio e l’implementazione del processo di revisione degli algoritmi di selezione delle offerte sul MSD.

Delibera ARG/elt 214/09

Con tale provvedimento l’Autorità ha modificato, per l'anno 2010, alcune disposizioni di cui alle delibere n. 111/06 in materia di erogazione del servizio di dispacciamento e ARG/elt 107/09 (testo unico del settlement).
La delibera, tra l’altro:

  • adegua per l’anno 2010 il corrispettivo ITC a copertura degli oneri derivanti a Terna dall’adesione ai meccanismi di compensazione dei costi correlati ai transiti di energia elettrica su reti elettriche estere fissandolo a 0,014 c€/kWh;
  • prevede l’applicazione della franchigia alle unità di consumo nella determinazione dei corrispettivi di sbilanciamento (soglia al di sotto della quale gli sbilanciamenti per le unità di consumo vengono valorizzati al prezzo MGP) pari per il 2010 all’1% del programma vincolante modificato di prelievo del punto di dispacciamento;
  • proroga anche per il 2010 alcune disposizioni transitorie relative per esempio alle tempistiche di calcolo e fatturazione dei corrispettivi;
  • modifica alcune disposizioni del TIS.