Terna e il fotovoltaico

Come già illustrato nei “Fatti di rilievo dell’esercizio”, nel corso dell’esercizio Terna, al fine di utilizzare al meglio le proprie risorse e massimizzare la redditività dei propri asset, ha designato la controllata SunTergrid a intraprendere un’attività di costruzione e gestione di impianti fotovoltaici (per una potenza complessiva di circa 100 MWp) su terreni liberi da impianti limitrofi alle stazioni di trasformazione dati in locazione dalla Capogruppo.
Alla fine dell’esercizio, il nuovo business è in minima parte operativo. In particolare è entrato in funzione un unico impianto (a Ragusa in data 28 dicembre 2009) a seguito degli investimenti effettuati nell’ultimo trimestre 2009, mentre per gli altri progetti di realizzazione (circa 71 progetti per i quali è prevista l’entrata in esercizio entro la fine del 2010), è stato avviato il relativo iter autorizzativo, con diverso stato di avanzamento. Complessivamente sono previsti investimenti superiori ai 300 milioni di euro entro il 2010.

La produzione di energia, che nel 2009 è stata assolutamente trascurabile, sarà effettiva solo a partire dall’esercizio 2010; l’energia prodotta sarà ritirata e valorizzata dal GSE S.p.A., secondo il meccanismo del ritiro dedicato, previsto dal conto energia, assicurando una totale neutralità di Terna rispetto alla cessione dell’energia sul mercato elettrico.
La gestione operativa della controllata SunTergrid è affidata alla Capogruppo tramite la stipula di un apposito contratto di servizi che oltre ad assicurare l’assistenza e la consulenza a carattere istituzionale alla Società, affida a Terna la gestione in nome e per conto della controllata di quanto necessario e opportuno per l’effettuazione di interventi per lo sviluppo e rinnovo degli impianti di SunTergrid (per es. richieste di autorizzazioni o provvedimenti di qualsiasi genere, svolgimento di procedure di appalto, gestione contratti e pagamenti). Terna, pertanto, utilizza proprie risorse interne nonché servizi e materiali acquisiti da terzi provvedendo poi a riaddebitare i relativi costi alla controllata SunTergrid.

Nel corso del mese di dicembre 2009 SunTergrid, nell’ambito di un processo di riorganizzazione interna e al fine di ottimizzare le risorse e le potenzialità per la nuova attività intrapresa di produzione da fonti fotovoltaiche, ha costituito la nuova società Rete Rinnovabile S.r.l., in breve anche “RTR S.r.l.” che è stata identificata come il veicolo in cui confluiranno tutti i progetti che si ritiene verosimile diverranno operativi entro il 2010. In particolare, come sarà illustrato nel paragrafo “Fatti di rilievo successivi alla chiusura dell’esercizio”, cui si rinvia, SunTergrid, con efficacia 1° febbraio 2010, ha ceduto alla controllata RTR un ramo di azienda costituito dagli impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili, destinati all’autoconsumo o alla vendita, nonché da tutte le attività e i rapporti contrattuali di progettazione, realizzazione, gestione, sviluppo e manutenzione relativi agli impianti suddetti.