Attività realizzative

Le principali attività realizzative del 2009, tutt’ora in corso, hanno il fine di ridurre le congestioni di rete, connettere i nuovi impianti elettrici, soprattutto da fonte rinnovabile, alla Rete di Trasmissione Nazionale e rendere il sistema elettrico più affidabile attraverso una sempre maggiore attenzione all’ambiente e alla sicurezza.
Di seguito si sintetizzano i principali cantieri in corso.

  • Elettrodotto sottomarino 500 kV cc “Sardegna-Continente” (SA.PE.I.): nel 2008 si è conclusa la posa dei cavi sottomarini del primo polo per un totale di 425 km. Nel 2009 sono terminate le opere civili e la costruzione degli edifici che ospitano le apparecchiature elettriche ad alta tecnologia, mentre è in corso la realizzazione del secondo polo in cavo sottomarino e le prove che consentiranno la messa in esercizio dell’impianto nel 2010.
  • Stazioni 380 kV per la connessione di impianti da fonte rinnovabile: sono stati aperti i cantieri relativi alle stazioni a 380 kV funzionali alla raccolta di produzione e alla connessione di nuovi impianti di produzione da fonte rinnovabile ubicate nelle aree di Turano, Maida, Bisaccia, S. Severo, Deliceto e Troia. Per le prime quattro stazioni è già terminata la progettazione esecutiva e sono in corso gli approntamenti dei materiali, al fine di terminare i lavori entro il 2010.
  • Razionalizzazione 380 kV in provincia di Lodi: sono stati aperti i cantieri per la costruzione di due nuove stazioni elettriche a 380 kV nei comuni di Chignolo Po e di Maleo e per la realizzazione di un nuovo collegamento in doppia terna a 380 kV lungo la direttrice “La Casella-Caorso”.
  • Nuovo collegamento sottomarino a 380 kV “Sorgente-RizziconI”: è in corso l’apertura dei cantieri e l’approntamento dei materiali delle due stazioni 380 kV in Calabria ed in Sicilia, ubicate rispettivamente nelle aree di Scilla e Villafranca; presso la SE 380 kV di Rizziconi si stanno svolgendo i lavori per l’ampliamento e l’installazione dei 2 stalli funzionali alla realizzazione del nuovo elettrodotto. È tuttora in corso la progettazione esecutiva finalizzata all’avvio delle principali commesse per la produzione e successiva posa in opera del cavo sottomarino 380 kV in doppia terna.
  • Elettrodotto 380 kV “Ittiri-Codrongianos”: è in corso la costruzione del nuovo elettrodotto a 380 kV e della nuova SE di Ittiri situata presso l’esistente linea 380 kV “Fiumesanto-Selargius” per la realizzazione del collegamento della suddetta futura stazione in entra-esce su tale linea.
  • Razionalizzazione 132 kV Val d’Ossola: i cantieri sono stati aperti nel 2008 e la realizzazione dell’opera è in avanzato stato esecutivo. È stata eseguita la tesatura di quasi la metà del totale dei chilometri previsti e sono già iniziate le demolizioni degli elettrodotti obsoleti. Su tale linea sono stati installati i sostegni tubolari verniciati opportunamente, con un conseguente ridotto impatto ambientale.
  • Elettrodotto 380 kV “Caselllina-Tavarnuzze-S. Barbara”: sono in avanzato stato esecutivo i lavori previsti, la cui messa in esercizio sarà effettuata progressivamente poiché i lavori riguardano la costruzione di una nuova linea a fronte della demolizione della precedente linea, obsoleta e con minore capacità di trasporto di potenza. È stata completata la nuova sezione a 380 kV della SE Casellina contestualmente ai nuovi collegamenti 380 kV “Casellina-Poggio a Caiano” e “Casellina-Calenzano”. È stato inoltre completato il nuovo collegamento a 380 kV “Tavarnuzze-Casellina”, che ha previsto il montaggio di alcuni sostegni Foster.
  • Sostituzione conduttori sulla “Piossasco-Venaus-Villarodin”: è stata completata la progettazione, l’acquisizione dei materiali e la preparazione delle complesse attività di sostituzione conduttori sulla linea Villarodin-Venaus, la cui prima fase sarà attuata in agosto 2010.