Indebitamento finanziario netto

L’indebitamento finanziario netto della Società (euro 3.260,9 milioni) alla data del 31 dicembre 2009 risulta così composto:

Valori in Mln/euro    31.12.2009   31.12.2008   Variazione 
A. Indebitamento a medio e lungo termine        
Prestito obbligazionario (1)    2.643,5   2.031,8   611,7 
Finanziamenti a tasso variabile (1)    1.555,7   1.615,2   -59,5 
Strumenti finanziari derivati (2)   -40,6   -49,7   9,1 
Altre passività finanziarie    0,0   0,9   -0,9 
Finanziamento verso TELAT (3)    -500,0   0,0   -500,0 
Totale A   3.658,6   3.598,2   60,4 
B. Indebitamento (disponibilità) a breve        
Finanziamenti a tasso variabile (quote correnti) (4)    59,7   44,6   15,1 
Finanziamenti a breve termine    40,0   0,0   40,0 
Titoli a breve termine (5)    -500,0   0,0   -500,0 
Posizione netta del conto corrente di tesoreria intersocietario (6)    2,7   0,5   2,2 
Disponibilità liquide    -0,1   -689,2   689,1 
Totale B   -397,7   -644,1   246,4 
Totale A+B   3.260,9   2.954,1   306,8 

Nel prospetto contabile della Situazione patrimoniale-finanziaria:
(1) il saldo corrisponde alla voce “Finanziamenti a lungo termine”;
(2) il saldo corrisponde alla voce “Passività finanziarie non correnti” e alla voce “Attività finanziarie non correnti” per il valore dei derivati di FVH (euro 123,2 milioni);
(3) il saldo è incluso nella voce “Attività finanziarie non correnti”;
(4) il saldo corrisponde alla voce “Quote correnti dei finanziamenti a lungo termine”;
(5) il saldo è incluso nella voce “Attività finanziarie correnti”;
(6) il saldo è incluso nella voce “Finanziamenti a breve termine”.

L’indebitamento finanziario netto registra un incremento di euro 306,8 milioni. Tale variazione netta è dovuta principalmente a:

  • incremento del valore dei prestiti obbligazionari (euro 611,7 milioni) dovuto all’erogazione nel mese di luglio del private placement (euro 600 milioni), all’effetto dell’adeguamento al fair value degli stessi strumenti finanziari (euro 7,2 milioni) e della capitalizzazione dell’inflazione di periodo (euro 4,5 milioni) al netto del costo ammortizzato;
  • decremento dei finanziamenti a tasso variabile per euro 44,4 milioni in conseguenza, principalmente, del rimborso delle quote in scadenza dei finanziamenti in essere da BEI (Banca Europea per gli Investimenti);
  • al decremento del saldo netto attivo (euro 9,1 milioni) riferito agli strumenti finanziari derivati per effetto di:
    • incremento dell’attività finanziaria relativa ai derivati di copertura (fair value hedge) dei prestiti obbligazionari per euro 7,7 milioni a seguito della riduzione dei tassi di interesse di mercato nel corso dell’esercizio;
    • incremento della passività finanziaria relativa ai derivati di cash flow hedge a copertura dell’indebitamento a tasso variabile per euro 16,8 milioni attribuibile alla variazione della curva dei tassi di interesse;
  • nuovo finanziamento verso la controllata TELAT per euro 500 milioni, erogato nel corso del mese di novembre; tale finanziamento, della durata di cinque anni e fruttifero di interessi a tasso variabile (tasso Euribor a 6 mesi maggiorato di uno spread di 250 punti base), liquidabili semestralmente, è stato concesso per consentire a TELAT di disporre delle risorse immediatamente utilizzabili per il rimborso del proprio Capitale sociale avvenuto nello stesso mese di novembre (per un importo pari a 600 milioni di euro);
  • ncremento della voce finanziamenti a breve termine (euro 40 milioni) riconducibile all’utilizzo dell’elasticità di cassa;
  • investimento, effettuato nell’ultimo trimestre dell’esercizio, in titoli a breve (emessi da UBS e MPS) per euro 500 milioni;
  • variazione per euro +2,2 milioni della posizione netta del conto corrente intersocietario intrattenuto, nell’ambito della gestione accentrata di tesoreria, con le controllate TELAT e SunTergrid;
  • decremento delle disponibilità liquide della Società per euro 689,1 milioni.