Lettera agli Azionisti

FLAVIO CATTANEOSignore e Signori Azionisti,

il 2009 è stato per Terna l’anno con i risultati migliori di sempre. Un anno che ha portato ritorni non solo dal punto di vista economico ma anche in termini di sviluppo, di crescita della rete, di incremento della sicurezza, di riconoscimenti internazionali, di sostenibilità. Tutto questo nonostante la situazione macroeconomica non favorevole e il calo dei consumi di energia.
Abbiamo dimostrato una competenza nel fare bene e capacità di previsione soprattutto nell’anticipare i potenziali effetti della crisi e i relativi rischi, ottenendo risultati in controtendenza in ogni campo.

Terna oggi è il primo player indipendente in Europa e il settimo al mondo tra i Gestori di Rete, anche grazie alla più importante operazione di acquisizione realizzata in Italia nel 2009, oltre 18.000 km di linee in Alta Tensione da Enel. Al tempo stesso con la cessione di Terna Participações in Brasile abbiamo generato un plusvalore di oltre 400 milioni di euro, che verranno reinvestiti nello sviluppo della rete e a integrazione della politica dei dividendi.

Anche al netto di questa operazione straordinaria i fondamentali del Gruppo Terna sono ben solidi. Il Bilancio 2009 vede una crescita a doppia cifra di tutti i principali indicatori.
A livello consolidato, i ricavi crescono del 13,8% e si attestano a 1 miliardo e 361 milioni di euro, il margine operativo lordo supera il miliardo di euro con una crescita del 18%, l’utile netto di Gruppo ha raggiunto 771 milioni di euro con un incremento del 135% (del 17,8% senza l’impatto della cessione della controllata brasiliana) e gli investimenti hanno superato i 900 milioni di euro con un incremento del 17,7%. Questi risultati ci consentono di proporre una distribuzione di dividendi per azione in crescita del 20% rispetto allo scorso anno.

Per quanto riguarda l'andamento del titolo, nonostante la crisi internazionale, l’azione di Terna è stata apprezzata dai mercati risultando l’unica del FTSE Mib a chiudere il 2009 ai suoi massimi storici. La Società è stata la migliore utility europea per rendimento complessivo del titolo sia nel 2009, sia negli ultimi tre anni.
Il 2009 è stato un anno fondamentale dal punto di vista della realizzazione degli impianti. Il 2010 sarà l’anno dei cantieri e la Società sarà inoltre focalizzata sullo sviluppo del progetto fotovoltaico con ulteriore creazione di valore per il Gruppo.
Abbiamo sostenuto fin dall’inizio che il primo obiettivo strategico di Terna sarebbe stato la creazione di valore per tutti gli azionisti e per l’intero “sistema Italia”.

Abbiamo mantenuto queste promesse, anche in un anno dal contesto economico molto difficile, con un risultato importante in termini di efficienza, di responsabilità economica, ambientale e sociale grazie soprattutto all’impegno e alla competenza professionale e tecnologica di tutta la squadra di Terna.

L’Amministratore Delegato
FLAVIO CATTANEO

Firma Cattaneo